Ergastolo ostativo, commissione Antimafia: “Non va toccato, Cedu decida da che parte sta”. Di Maio: “Rischio di boss fuori dal carcere” – Il Fatto Quotidiano

 

Contrario all’eliminazione anche il procuratore nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho: “Quella legislazione ha avuto positivi risultati e ha consentito le collaborazioni. Se l’ergastolo si trasformasse in una pena diversa è certo che tutti i risultati positivi fino a ora conseguiti non si avrebbero più”

Governo e Antimafia contro l’ipotesi che la Corte europea dei diritti dell’uomo lunedì possa aprire la strada all’eliminazione del cosiddetto “ergastolo ostativo” per mafiosi e terroristi, facendo saltare di fatto il 41 bis. Dopo la presa di posizione del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, sabato Luigi Di Maio ha pubblicato su Facebook un post in cui paventa “il serio rischio di ritrovarci fuori dal carcere anche ‘boss’ mafiosi e terroristi. Ovviamente si andrebbero a depotenziare gli strumenti giudiziari che oggi ci permettono di fronteggiare il fenomeno mafioso e terroristico. E non si tratta di un problema che interessa solo l’Italia, ma ne va della sicurezza di tutta l’Europa”. Nel pomeriggio, poi, il procuratore nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho, aveva avvertito: “Quella legislazione ha avuto positivi risultati e ha consentito le collaborazioni.

Sorgente: Ergastolo ostativo, commissione Antimafia: “Non va toccato, Cedu decida da che parte sta”. Di Maio: “Rischio di boss fuori dal carcere” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 49

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*