Matteo Renzi, quanto vale il senatore di Italia viva? Per una conferenza fino a 40mila euro: Sono le Venti (Nove) gli fa i conti in tasca – Il Fatto Quotidiano

Da 25mila a 40mila euro. È il valore del Matteo Renzi conferenziere, attività che lo vede sempre più impegnato in giro per il mondo dopo la sconfitta del referendum costituzionale del 2016. A Sono le Venti, il programma di informazione condotto da Peter Gomez e in onda dal lunedì al venerdì dalle 19.53 sul Nove, […]

Sorgente: Matteo Renzi, quanto vale il senatore di Italia viva? Per una conferenza fino a 40mila euro: Sono le Venti (Nove) gli fa i conti in tasca – Il Fatto Quotidiano


Widget not in any sidebars

Hits: 355

Consip, il gip dispone nuove indagini (e alcune archiviazioni) per il filone su Tiziano Renzi – Il Fatto Quotidiano

Da una parte ha ordinato nuove indagini e nuove iscrizioni nel registro degli indagati, dall’altra ha accolto alcune richieste di archiviazione. È quello che ha deciso il giudice per indagini preliminari di Roma, Gaspare Sturzo, sciogliendo la riserva sul filone dell’inchiesta sulla Consip, che vede indagati tra gli altri Tiziano Renzi. Per capire quali siano […]

Sorgente: Consip, il gip dispone nuove indagini (e alcune archiviazioni) per il filone su Tiziano Renzi – Il Fatto Quotidiano


Widget not in any sidebars

Hits: 54

Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

La campagna di primavera. “Renzi prepara una campagna nazionale sul reddito di cittadinanza” (Corriere della sera, 16.2). Vuole la villa di cittadinanza.

Accontentiamolo. “Aut aut di Renzi: basta vivacchiare o noi siamo fuori” (Sole-24 ore, 13.2). Appello al governo: allora vi prego, vivacchiate.

Il portafortuna. “Oggi vinciamo” (Matteo Salvini, segretario Lega e tifoso del Milan, sul derby finito 4-2 per l’Inter, Corriere, 9.2). Fassino, è lei?

La banda del Bugo. “Saremmo diventati amici anche se non fossimo stati musicisti, a Sanremo ci andiamo con una canzone che si chiama ‘Sincero’ perché racconta la sincerità del nostro rapporto… Siamo nati per duettare insieme… grande intesa” (Morgan e Bugo, una settimana prima della rissa con insulti, botte e morsi a Sanremo, Sorrisi e Canzoni tv, 1.8). Renzi, è lei?

Roba da denuncia. “Per voi e per questo splendido Paese c’ero, ci sono e ci sarò sempre!” (Salvini, Facebook, 4.2). É passato alle minacce.

L’elogio funebre. “Lo spettro dei responsabili ha spento l’ardore di Renzi, ma la sua battaglia è giusta” (Renato Schifani, Il Dubbio, 15.2). Sono soddisfazioni.

Meriti storici. “Formigoni in cella per un errore di Bonafede” (Renato Farina, Libero, 13.2). Scusi, Bonafede, non è che potrebbe fare un altro errore anche su Farina?

Ci mancherebbe. “Berlusconi ai suoi: ‘Nessun aiuto sulla prescrizione” (il Giornale, 15.2). Ne ho avute già 9 e aspetto la decima.

Tutto d’un pezzo/1. “Ora un’area civica progressista” (Lorenzo Fioramonti, ex 5S, ex ministro dell’Istruzione, il manifesto, 15.2). Parola di uno che era viceministro con la Lega e s’è dimesso dal governo col centrosinistra.

Tutto d’un pezzo/2. “Un altro governo non è tabù” (Fioramonti, ibidem). Così rifaccio il ministro e mi ridimetto.

Il cinefilo. “The New Pope è una cosa spregevole, questo Sorrentino è davvero una persona inquietante, squallido tentativo di demolire la Chiesa e i cattolici, vergogna Sky Uno” (Maurizio Gasparri, FI, vicepresidente del Senato, Twitter, 2.2). Poi l’hanno sedato e gli hanno spiegato che non era un documentario.

Imbarazzi. “Franceschini: ‘Sulla giustizia avete la stessa posizione della Lega’. E Boschi: ‘Chi ti dice che questo mi imbarazza?’” (Il Foglio, 9.2). Giusto: chi sta con Renzi non può imbarazzarsi a stare con Salvini.

I Pisapii. “Travaglio estrapola le frasi dal contesto… diffonde fake news e cioè che i difensori anzichè fare il loro dovere fanno di tutto per allungare i tempi dei processi” (on. avv. Giulaino Pisapia,

Corriere della sera, 9.2). “Il centrodestra chiede giustizia celere, ma nei processi usa tutti gli strumenti dilatori per evitare che si giunga a sentenza o far scattare la prescrizione. Vogliono condanne veloci e pene certe solo per deboli ed emarginati”, “Un conto sono i diritti di difesa, un altro l’uso sistematico e strumentale di impedimenti per bloccare il corso della giustizia, allungare i tempi e arrivare alla prescrizione”, “Previti non vuole l’accertamento della verità, ma solo l’impunità con la prescrizione” (on. avv. Pisapia, avvocato di parte civile per De Benedetti nel processo Mondadori, 1.4, 23.4 e 3.11.2001). Ricapitolando: la prescrizione è una porcata quando Pisapia è parte civile; è cosa buona e giusta quando Pisapia è difensore e/o parlamentare.

Gombloddo! “I 5Stelle in piazza contro i vitalizi? Pensino piuttosto ai decreti sicurezza. Da loro riceviamo solo attacchi, da quando è uscita la foto con Benetton hanno rivelato il terrore che hanno nei nostri confronti, forse l’uscita di Stephen Ogongo dalle sardine romane non è stata casuale” (Mattia Santori, fondatore delle Sardine, Repubblica, 15.2). Eh sì, dev’esserci per forza sotto un complotto dei pesci palla.

Vietato ai Minoli/1. “Lo spot elettorale con Craxi nel 1987 lo rifarei. Vada a rivederselo e faccia i confronti con l’oggi. Certo che era uno spot, però ci misi la mia faccia, non finsi che non lo fosse” (Giovanni Minoli, Corriere della sera, 16.2). Ah beh allora.

Vietato ai Minoli/2. Forse sono troppo libero” (Minoli, ibidem). Uahahahahahah.

I titoli della settimana. “I viaggi dell’inglese ‘superuntore’. Si chiama Steve Walsh, ha 53 anni” (Repubblica, 11.2). “Coronavirus, guarito il cittadino inglese super ‘untore’” (Il Messaggero, 11.2). “Il viaggio del paziente inglese che ha infettato 11 persone” (Repubblica, 12.2). “Il superuntore e i termoscanner nelle stazioni” (Pomeriggio 5, mediasetplay.it, 12.2). “Russa evasa da quarantena, era in gabbia” (Ansa, 12.2). Seguono commenti pensosi e stupefatti sulle misteriose origini della psicosi da coronavirus.

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano


Widget not in any sidebars

Hits: 134

Aborto, la sparata di Salvini è di una misoginia imbarazzante – Il Fatto Quotidiano

La sparata di Matteo Salvini sulle donne che andrebbero anche sei volte al pronto soccorso per chiedere di abortire ha creato confusione e disinformazione sulla legge 194 (non si accede all’interruzione volontaria di gravidanza rivolgendosi al pronto soccorso ma si va al Consultorio). Salvini è stato prontamente smentito sul Corriere dal ginecologo Silvio Viale, che […]

Sorgente: Aborto, la sparata di Salvini è di una misoginia imbarazzante – Il Fatto Quotidiano


Widget not in any sidebars

Hits: 95