Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Viva la Fca (che dio la benedica)/1. “L’innovativo accordo riconoscerebbe il ruolo del settore automobilistico nazionale” (comunicato Fca, 16.5). “Formula innovativa. Un modello per tutta l’economia”, “È un’operazione del tutto innovativa, quella che vede protagonista Fca, il governo e Intesa” (Francesco Manacorda, Repubblica, 17.5). “Va sottolineata la portata fortemente innovativa dell’operazione… per la ripartenza del sistema industriale” (Teodoro Chiarelli, La Stampa, 17.5). Miliardi pubblici alla Fiat: una cosa mai vista.

Viva la Fca (che dio la benedica)/2. “Il prestito fino a 6,3 miliardi di euro che la prima banca italiana si avvia ad assicurare con la garanzia pubblica della Sace a Fca Italy, capogruppo del colosso automobilistico del nostro Paese, servirà ad assistere con nuova liquidità tutta la filiera del settore ‘automotive’, raggiungendo decine di migliaia di lavoratori e di piccole e medie imprese… Il primo grande prestito garantito dallo Stato dell’era post-Covid19… coinvolge, anche grazie alla forza di una grande azienda multinazionale fortemente radicata in Italia, … imprese e lavoratori sul territorio e dà una spinta forte all’economia” (Manacorda, ibidem). Ah ecco, non li prendono per sé, ma per i lavoratori e le piccole imprese. Lo fanno per noi.

Viva la Fca (che dio la benedica)/3. “È un esempio che mette in secondo piano le polemiche in queste ore sul fatto che la holding Fca e la sua controllante Exor … abbiano sede legale in Olanda” (Manacorda, ibidem). Vuoi vedere che, niente niente, Repubblica e Stampa hanno qualcosa a che fare con la Fca?

Viva la Fca (che dio la benedica)/4. “La scelta di spostare la sede delle holding fuori dall’Italia è stata ed è comune a molte multinazionali italiane non solo per vantaggi fiscali offerti da altre legislazioni, ma anche per una linearità del diritto societario che in Italia è difficile trovare” (Manacorda, ibidem). Quando si dice parlare del Manacorda in casa del finanziato.

Test o croce/1. “Sconsiglio il test sierologico, ma in caso di positività la Regione lo rimborsa” (Attilio Fontana, Lega, presidente Lombardia, Italpress,17.5). Quindi ammalarsi conviene.

Test o croce/2. “Sì, io ho posto il problema delle regole di comportamento… uguali in ogni regione. Ma poi ognuno si regola come meglio crede” (Fontana, La Stampa, 16.5). Ma un bel Tso no?

Giù le manette. “Gli errori li ha fatti il governo. Giù le mani dalla Lombardia” (Roberto Formigoni, ex presidente Regione Lombardia, rubrica “La frustata”, Libero, 17.5). Ce le vuole rimettere lui?

Rosé. “A Conte dico: la nostra pazienza è finita” (Ettore Rosato, presidente Iv, Riformista, 9.5). Brrr che paura.

Bluff. “La sconfitta di Bonafede… Non si possono rimandare i mafiosi in carcere per decreto, checché ne dica la propaganda del M5S” (Annalisa Cuzzocrea, Repubblica, 7.5). “Bluff di Bonafede sui boss scarcerati” (il Giornale, 11.5). “Flick svela il bluff del governo ‘No, il decreto Bonafede non riporterà i mafiosi in carcere’” (Il Foglio, 13.5). “Ritorna in cella il boss Sacco” (Corriere della sera, 13.5). “Zagaria tra i primi a tornare in carcere” (Repubblica, 14.5). Quindi, se non è il dl Bonafede, sono i boss che tornano in galera spontaneamente?

Comprensione. “Capisco l’imprenditore che si è tolto la vita” (Silvio Berlusconi, Libero, 11.5). Non aveva una villa in Costa Azzurra.

Cazzullate. “Le lacrime della Bellanova sono state forse il momento migliore di questo governo” (Aldo Cazzullo, Corriere della sera, 16.5). Sono soddisfazioni.

Al Renzhab. “Per salvare Bonafede dalla sfiducia, Italia Viva rivuole la prescrizione” (Il Dubbio, 13.5). Cos’è, una richiesta di riscatto?

Neurodeliri. “Questi neuro comunisti al potere espopriano il nostro spazio vitale” (Marcello Veneziani, La Verità, 15.5). “Abusi, cialtronerie, crisi gravissima. Urge gente seria o esplode la bomba” (Veneziani, ibidem, 13.5). Perchè autoescludersi così?

I governi della settimana. “Conte nuova bestia nera del M5S” (La Verità, 12.5). “Conte nel mirino del fuoco amico. L’ira degli alleati: 5Stelle allo sbando” (Messaggero, 12.5). “La crisi è in atto” (Francesco Verderami, Corriere della sera, 13.5). “Premier sotto assedio. Il Pd: ‘Così non va’. E spinge per il rimpasto” (il Giornale, 14.5). “Rissa M5S e tutti contro Conte” (Messaggero, 14.5). “Il governo dei tamponi: anche il rimpasto al buio potrebbe essere letale” (Augusto Minzolini, il Giornale, 15.5). “Assedio giallorosso a Conte: vogliono imporgli l’agenda” (il Giornale, 16.5). “Governo in lockdown tra affanni e sospetti” (Verderami, Corriere, 16.5). Ci siamo: praticamente è fatta.

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Il Fatto quotidiano

Hits: 62

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*