Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Nostradamus/1. “La sinistra vede il flop in Toscana. Potrebbe perdere 6 regioni su 7” (Giornale, 5.9). “Il centrodestra vede il 7-0: tante sorprese nelle urne” (Giornale, 12.9). “Effetto Ceccardi in Toscana: tira aria di sorpasso storico” (Giornale, 20.9). Quello di Giani.

Nostradamus/2. “Resurrezione di Salvini: ‘Così torno a vincere’. La Lega punta in alto” (Pietro Senaldi, Libero, 10.8). Prossima volta.

Nostradamus/3. “Emiliano ammaccato da Renzi e Dibba. Aria di harakiri giallorosso in Puglia” (Verità, 19.9). Come no.

Nostradamus/4. “Pure in Campania e Toscana sarà una lotta all’ultimo voto” (Nicola Piepoli, sondaggista, Verità. 31.8). Infatti.

Nostradamus/5. “Ho delle bellissime sensazioni: io mi pongo l’obiettivo del sette a zero. Il governo è agli sgoccioli” (Matteo Salvini, segretario Lega, 6.9). “Tornerò qui da presidente del Consiglio” (Salvini, 17.9). Poi ti svegli.

Nostradamus/6. “Parte dalla Puglia l’avviso di sfratto al governo” (Silvio Berlusconi, presidente FI, Giornale, 29.8). “Cari Giorgia, Matteo e Antonio, questa nostra coalizione, sempre fortemente unita, ne sono sicuro, vincerà in tutta Italia! Festeggeremo non solo la vittoria di Susanna in Toscana, ma anche quella di Acquaroli nella Marche, di Caldoro in Campania, di Fitto in Puglia, di Toti in Liguria, di Zaia in Veneto e tutte le forze del centrodestra in Valle D’Aosta” (Berlusconi, 18.9). Dev’essere la carica virale.

Nostradamus/7. “La sconfitta a settembre manderà a casa il governo” (Renato Brunetta, 31.8). Facciamo ottobre.

Nostradamus/8. “Il centrodestra può puntare al 6 a 0” (Raffaele Fitto, candidato presidente Puglia, Verità, 24.8). Una prece.

Nostradamus/9. “Italia Viva sarà la sorpresa delle prossime elezioni e Maurizio Mangialardi sarà davvero il sindaco delle Marche” (Matteo Renzi, segretario Iv, 2.7). Povero Mangialardi, non meritava.

Nostradamus/10. “Mi tocco le palle, ma in Toscana sento davvero odore di qualcosa di rivoluzionario” (Roberto Calderoli, Lega, vicepresidente del Senato, Stampa, 13.9). Tocca, tocca ché porta bene.

Nostradamus/11. “Emiliano è una sega come politico e una schiappa come magistrato” (Carlo Calenda, leader Azione, 12.9). Quindi Calenda cos’è?

Nostradamus/12. “Berlusconi: ‘Votate contro gli inadeguati’” (Giornale, 19.9). Gli hanno dato ascolto.

Te c’hanno mai mandata… “Scopriremo chi sono i mandanti di questa becera campagna di disinformazione del Fatto Quotidiano” (Antonella Laricchia, candidata M5S sconfitta a presidente della Puglia, Facebook, 24.9). Ecco, brava, tu cerca. Magari chiama pure Tom Ponzi. Qui però non è questione di mandanti, ma di mandati.

Te piacerebbe. “Elezioni, Zingaretti il Vincitore rende Conte il Sostituibile. I risultati delle Regionali rafforzano la posizione del segretario Pd che può ripartire dai contenuti: cancellazione dei Decreti sicurezza e Mes. Senza però poter ignorare quel 30% di No che segna la nascita di qualcosa di simile a un movimento che chiede un’altra politica” (Marco Damilano, l’Espresso, 21.9). Uahahahahah.

L’hanno presa bene. “Referendum, ha rivinto Barabba” (Paolo Armaroli, Dubbio, 22.9). “Addio Camere dei mille. Ma non è il trionfo cantato da Di Maio” (Sebastiano Messina, Repubblica, 22.9). “Il plebiscito sognato da Di Maio non c’è stato” (Stefano Folli, Repubblica, 22.9). “La ribellione dei No dopo anni di antipolitica. Un risultato straordinario. Aver impedito il plebiscito per il Sì crea molti più problemi per i vincitori” (Emma Bonino, Riformista, 24.9). Dài, su, non fate così. Da bravi, prendete la pastiglia.

Spalle spaziali. “Bergamo, per Salvini spalla indolenzita a causa dei troppi selfie. Durante gli interventi ha fatto notare di dover fare ricorso ad anti infiammatori: ‘Ieri ho preso tre Muscoril’” (Corriere.it, 16.9). A furia di spallate dal governo.

Dalla parte sbagliata. “Ehi, Lilli, mi dici perchè fai gli auguri a Gratteri?” (Piero Sansonetti, Riformista, 25.9). Anzichè alla ‘ndrangheta.

Gatta ci covo. “Dalla Chiesa ci insegnò cosa fare quando si scopre un covo” (Mario Mori, ex capo del Ros, condannato in I grado per la trattativa Stato-mafia, Riformista, 25.9). Se è di Riina, farlo perquisire ai mafiosi.

Minacce. “La prossima Arena potrebbe essere quella della politica. Non escludo la candidatura a sindaco di Torino” (Massimo Giletti, Stampa, 25.9). Da torinese a torinese: la politica è un’ottima idea, ma non si potrebbe risparmiare Torino?

Il titolo della settimana/1. “De Blanck, più grillina che contessa” (Libero, 22.9). Questi non stanno affatto bene.

Il titolo della settimana/2. “Hanno rottamato l’ironia” (Marco Follini, ex Dc, ex Udc, ex Pd, l’Espresso, 20.9). Ha parlato l’allegrone.

Il titolo della settimana/3. “Perchè non serve il decreto dignità” (Marco Bentivogli, Repubblica, 21.9). Perchè ha un brutto nome.

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Hits: 150

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*