Quando Calenda diceva: “Candidarmi a sindaco di Roma? Neanche morto, sarei un cialtrone” – Il Fatto Quotidiano

“Neanche morto, mi piace fare altre cose. Devo essere chiaro: se utilizzassi il lavoro fatto per il tavolo su Roma per candidarmi a sindaco, sarei un cialtrone. Non lo farò”. Era il febbraio del 2018 quando Carlo Calenda, allora ministro per lo Sviluppo economico del governo Gentiloni, allontanava così l’ipotesi di una sua eventuale corsa […]

Sorgente: Quando Calenda diceva: “Candidarmi a sindaco di Roma? Neanche morto, sarei un cialtrone” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 937

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*