Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Cervelli arruginiti. “Il magazzino dei vaccini. Alla periferia di Roma. Un capannone arruginito circondato da rifiuti tossici. E’ il deposito del Ministero riservato a stoccare i farmaci contro le pandemie… Arcuri e Speranza: il governo ha ordinato milioni di dosi di vaccini, ma secondo le rigorose procedure di attivazione della scorta nazionale di antidoti aggiornate lo scorso luglio, ogni movimentazione dovrà essere gestita dal fatiscente deposito sulla Tiburtina” (Espresso, inchiesta di 8 pagine, 6.12). “Come annunciato dal commissario Arcuri, i vaccini contro il Covid saranno stoccati ed immagazzinati nell’Aeroporto militare di Pratica di Mare, alle porte di Roma… dove saranno conservati in frigoriferi speciali” (Repubblica.it, 6.12). E vabbè, dài, se non è la Tiburtina è Pratica di Mare (a 45 km di distanza): otto pagine di Espresso da buttare, che sarà mai.

Severa autocritica. “Continuano a chiamarla emergenza… Chiamiamola con il giusto nome: incompetenza. Il Presidente del Consiglio continua a fare conferenze a reti unificate senza contraddittorio, ignorando l’esistenza del Parlamento e omettendo di usare l’unica parola che dovrebbe pronunciare: scusateci” (Guido Bertolaso, autocandidato a sindaco di Roma, Facebook, 4.12). Mi sa che ce l’ha ancora con B. e con il suo capo della Protezione civile per i disastri a L’Aquila e alla Maddalena.

Mes in scena. “Il prestito del Mes significherebbe per l’Italia avere a disposizione 37 miliardi. L’Italia risparmierebbe 7 miliardi di interessi nell’arco di un decennio” (Stampa, 6.12). Ma che dico 7 in un anno? 70 in un secolo! 700 in un millennio! E una batteria di pentole antiaderenti per i primi dieci!

L’Einstein al pesto. “Riteniamo che tra una Regione gialla e un’altra gialla ci si debba poter spostare visto che il virus circola in egual modo, in base al principio dei vasi comunicanti” (Giovanni Toti, ex FI ora leader di Cambiamo!, presidente Regione Liguria, conferenza stampa, 30.11). Più che altro, dei nasi comunicanti.

La parola all’esperto. “Non mancano soldi dall’Ue. É solo che li sprechiamo” (Roberto Formigoni, condannato a 5 anni e 10 mesi per 6 milioni di tangenti, Libero, 6.12). Giusto: per non sprecarli, diamoli a lui.

Babbeo Natale. “Il mio obiettivo è garantire un Natale sereno agli italiani: spero che nessuno rubi il sogno del Natale ai bambini!” (Matteo Salvini, segretario Lega, Caffè della domenica, Radio 24, 28.11). Già allertato il Telefono Azzurro.

L’insaputa. “Ero in cella ma mia madre non lo sa” (Giuseppe Scopelliti, ex presidente FI della Calabria, condannato a 4 anni e 7 mesi per bilanci falsi, Giornale, 3.12). Si spera che lo sappiano almeno gli elettori.

Acidità di stomaco. “Renzi è meno pavido e irresoluto di chi vorrebbe spingerlo avanti, vale a dire i tanti suoi ex-compagni di strada del Pd che non ne possono più di Conte e dei grillini (se potessero li scioglierebbero nell’acido)…” (Ugo Magri, Huffington Post, 29.11). Ma dire “sciogliere nell’acido” non era un’offesa sanguinosa a Lucia Annibali che faceva insorgere tutti i meglio politici e giornalisti del bigoncio? Ah no, dipende da chi lo dice.

Lacerocontuso. “Joe Biden 46° presidente degli Stati Uniti! Si apre una nuova pagina per gli Usa e per il mondo. Coesione, non lacerazione” (Piero Fassino, deputato Pd, 7.11). “Joe Biden scivola e si frattura un piede giocando col cane” (Repubblica, 29.11). Forza Joe, poteva pure andarti peggio.

Silvio ci manchi. “Io spero che la leadership di Berlusocni nel centrodestra torni ad essere salda” (Enzo Amendola, ministro Pd Affari Europei, La Stampa, 6.12). É quel che dicono anche le Olgettine.

L’ideona. “A Rebibbia il Covid ha chiuso in cella la speranza di riscatto. Visite ai familiari bloccate da marzo, contatti col mondo esterno inesistenti. Ma la politica non fa niente” (Domani, 6.12). Invece di riaprire le carceri ai colloqui e moltiplicare i contagi: vergogna.

Sua Altezza. “L’attuale classe politica non è all’altezza di governare” (Sabino Cassese, giudice emerito della Consulta, Domani, 5.12). A proposito di altezza: com’era quella dello “stato di emergenza senza più emergenza”?

Schifezze. “Gad Lerner ha scritto un pezzo in difesa della salute dei detenuti. E dove l’ha fatto? Sulla schifezza nelle mani di Travaglio. Perchè scrive sulla Gazzetta della Tortura” (Andrea Marcenaro, Foglio, 2.12). Levategli il fiasco.

I rutti di Lannutti. “Se cade il governo? Non m’importa nulla” (Elio Lannutti, senatore M5S, Corriere della sera, 5.12). Anzi, gli effetti potrebbero essere positivi: si torna a votare e Lannutti non viene rieletto.

Programmi di evasione. “Il peggior modo di usare i milioni del Recovery Fund è quello di investire nella costruzione di nuove carceri” (Patrizio Gonella, manifesto, 3.12). Molto meglio comprare lime, seghetti e lenzuola già annodate.

Il titolo della settimana/1. “Quando gli parlano di Conte, Zingaretti pensa alla palude” (Foglio, 5.12). Quella dei vaccini antinfluenzali nel Lazio.

Il titolo della settimana/2. “Il reddito di cittadinanza finanzia il terrorismo” (Libero, 3.12). A botte di 500 euro al mese.

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Hits: 97

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*