L’erba convoglio – Il Fatto Quotidiano

Proseguono titanici gli sforzi della classe politica per riavvicinarsi al “paese reale” e recuperare il 60 per cento di astenuti, soprattutto giovani. Grande entusiasmo sta riscuotendo la candidatura al Quirinale di un vecchio pregiudicato puttaniere e finanziatore della mafia che, non avendo udienze alle viste, si dice in gran forma anche se è totalmente sordo e dice che è colpa degli aerei anche prima di prenderli. Delirio nelle periferie, con assembramenti, rave party e transenne, per gli ultimi sviluppi del dibattito interno al Pd, magistralmente sintetizzati dal titolo di Repubblica “Lo strappo con Iv agita il Pd. Base riformista: ‘Avanti col campo largo’. La frenata del Nazareno: ‘Sì al Nuovo Ulivo anche senza Renzi’”, che suscita vivaci dibattiti anche nei reparti psichiatrici. Lunedì il pubblico femminile ha adorato l’Innominabile che spiegava a Report i suoi tour birichini nel Nuovo Rinascimento saudita: “Lì adesso le donne possono guidare”, sempreché abbiano ancora le mani e non siano state arrestate, torturate con scosse elettriche, frustate e violentate.

Molto apprezzati, specie nei reparti geriatrici, gli spingitori di candidati al Quirinale in via provvisoria, a tempo, per tenere in caldo la poltrona all’unico italiano su 60 milioni degno di sedervi: Draghi, e chi sennò? Chi preme su Mattarella e chi – come il Foglio – lancia “la soluzione ponte” di Giuliano Amato (candidato fisso al Colle fin dagli anni 80 del secolo scorso), che “spunta, ma per 2 anni”. Non sia mai che gli passi qualche grillo per la testa, tipo restare 7 anni come prescrive la Costituzione. La Presidenza della Repubblica, da massima istituzione dello Stato, viene degradata ad albergo a ore e il capo dello Stato a surrogato dello scaldino o della borsa dell’acqua calda per le terga di chi sappiamo. Prospettive radiose che già inducono la gran parte dei 30 milioni di astensionisti a pentirsi e a scaldare i motori per le prossime elezioni. Ma la spinta decisiva alla riconciliazione fra Palazzo e Popolo verrà dal nuovo libro di Vespa, di cui giornali e agenzie hanno iniziato a distillare le quotidiane anticipazioni. Tipo Giorgetti che riforma la Costituzione senza cambiarla con un simpatico golpetto: SuperMario subito al Quirinale e un suo prestanome a Palazzo Chigi, così “Draghi potrebbe guidare il convoglio anche da fuori” (il convoglio sarebbe l’Italia) e “badare all’economia”. E con quali poteri? “Sarebbe un semipresidenzialismo de facto: il presidente della Repubblica allarga le sue funzioni approfittando di una politica debole”. Una delizia. Ah, il libro s’intitola Perché Mussolini rovinò l’Italia (e perché Draghi la sta risanando): la proposta Giorgetti rientra nella prima parte, fuori parentesi.

Sorgente: L’erba convoglio – Il Fatto Quotidiano

Hits: 308

Coronavirus, i dati – 5.188 nuovi contagi con 717mila tamponi: il tasso di positività scende allo 0,7%. Altre 63 vittime – Il Fatto Quotidiano

Aumentano nettamente i casi di coronavirus in Italia rispetto a ieri, in conseguenza però di un numero di tamponi quasi triplicato. Secondo gli ultimi dati diffusi dal ministero della Salute, sono infatti 5.188 le persone risultate positive ai test Covid nelle ultime 24 ore, ben oltre il totale di 2.834 raggiunto ieri. Dati che però […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Coronavirus, i dati – 5.188 nuovi contagi con 717mila tamponi: il tasso di positività scende allo 0,7%. Altre 63 vittime – Il Fatto Quotidiano

Hits: 67

Cashback, non è finita: il M5s dà battaglia in Senato per salvarlo. E lancia nuova proposta: “Accredito immediato delle spese detraibili” – Il Fatto Quotidiano

La partita sul cashback non è chiusa. La legge di bilancio 2022 ne prevede la cancellazione ma il capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione finanze del Senato Emiliano Fenu, ha annunciato che sono “pronti emendamenti non solo per recuperare il cashback lanciato durante il governo Conte II, ma anche per introdurre un innovativo cashback […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Cashback, non è finita: il M5s dà battaglia in Senato per salvarlo. E lancia nuova proposta: “Accredito immediato delle spese detraibili” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 235

Conte: “Alcune forze politiche strizzano l’occhio all’evasione e il governo ha abolito il cashback. Truffatori del reddito? Torto al Paese” – Il Fatto Quotidiano

Un attacco ai truffatori del reddito di cittadinanza, che “fanno un torto al Paese“. Ma anche una critica al governo che ha abolito “strumenti anti-evasione come il cashback“, mentre “alcune forze politiche continuano a strizzare l’occhio agli evasori”. “Noi siamo in prima linea per la legalità e contro gli abusi sempre, non a giorni alterni”, […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Conte: “Alcune forze politiche strizzano l’occhio all’evasione e il governo ha abolito il cashback. Truffatori del reddito? Torto al Paese” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 615

La Manovra è già in ritardo. I Migliori bucano la road map

Entro il 20 ottobre avrebbe dovuto essere trasmesso alle Camere. Ma si sa che anche i grandi ogni tanto sonnecchiano e così il governo dei Migliori non si

Leggi tutto ↣ Sorgente: La Manovra è già in ritardo. I Migliori bucano la road map

Hits: 236