L’ultimo incantesimo – Il Fatto Quotidiano

L’“informazione” ormai fabbrica incantesimi: crea un mondo di fantasia a suon di magie, anzi bugie, ci convince che quella è l’unica realtà possibile e auspicabile; poi qualcosa rompe l’incantesimo e torniamo sulla terraferma, ma senza neppure il tempo di riprenderci, già rapiti come siamo da un nuovo sortilegio. Quello di B. durò 17 anni sia per i berlusconiani sia per gli oppositori, convinti che lui fosse il nonplusultra della modernità e dediti a berlusconizzarsi sotto mentite spoglie di blairismo, riformismo e garantismo. Poi bastò un pugno di mignotte (ben più gravi di tutto il resto) per rompere l’incantesimo. Ma eravamo già tutti avvolti dal sacro loden di Monti: altri due anni buttati. Poi tutti ai piedi di Re Giorgio, che non poteva lasciare il Colle a nessun altro in nome del Pil, dello spread, dell’Ue, degli Usa, del mondo, per salvarci dalla catastrofe. Di cui però non si vide traccia quando, dopo 21 mesi di bis, Napolitano se ne andò e arrivò Mattarella. Intanto erano già tutti persi dietro il Rottamatore che, come il Papi putativo, doveva inaugurare un nuovo ventennio (almeno): durò un biennio.

Allora tutti a vaticinare l’apocalisse prossima ventura per le orde populiste alle elezioni del 2018 e i governi Conte a trazione grillina: l’Italia fuori dall’euro, anzi dall’Ue, anzi dalla Nato, procedure d’infrazione, spread, Troika e ventennio salviniano. Invece nulla di tutto questo: ottime riforme tranne un paio, spread giù, due procedure Ue sventate, Italia decisiva per l’elezione di Ursula, Salvini scoppiato, buona gestione della pandemia, 209 miliardi di Recovery. Un anno fa, il nuovo incantesimo a suon di balle: Pnrr in ritardo e bocciato dall’Ue, vulnus democratico per Dpcm, stato di emergenza, delega ai servizi, banchi a rotelle, vaccini flop; e tutto il mondo in preghiera per il Nuovo Avvento da Città della Pieve. Ora siamo all’ultimo sortilegio. Dopo il flop del G20 e i complimenti di Draghi a Draghi per il “successo” di Draghi, molti iniziano a domandarsi: ma che ha fatto di memorabile in 9 mesi? Perciò tv e giornali ripetono ossessivamente che ci ha salvati da non si sa bene cosa, ma avremo ancora bisogno di essere salvati per una decina d’anni (almeno), infatti il Pil, lo spread, l’Ue, gli Usa, il mondo, senza scordare Giorgetti, Brunetta e Di Maio, lo vogliono a Palazzo Chigi e al Quirinale, magari contemporaneamente: se ci lascia, è finita. Come B., Monti, Renzi e Napolitano. Che però ci lasciarono tutti e la vita continuò nell’indifferenza generale. Come nel resto del mondo, dove i governi li decidono gli elettori senza chiedere il permesso al Pil, allo spread, all’Ue, agli Usa, al mondo. Forse perché, essendo maggiorenni, hanno smesso da un pezzo di credere alle fiabe.

Sorgente: L’ultimo incantesimo – Il Fatto Quotidiano

Hits: 541

Coronavirus, dati: 5.905 contagi e 59 morti. Il tasso di positività torna sopra l’1%, mille casi in più rispetto a 7 giorni fa. Salgono i ricoveri – Il Fatto Quotidiano

Sono 5.905 i nuovi casi di positività al coronavirus individuati in Italia giovedì 4 novembre, frutto di 514.629 tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore. Il tasso di positività è all’1,1%, in lieve aumento rispetto all’0,7% di ieri. Secondo i dati del ministero della Salute, sono invece 59 i morti in un giorno […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Coronavirus, dati: 5.905 contagi e 59 morti. Il tasso di positività torna sopra l’1%, mille casi in più rispetto a 7 giorni fa. Salgono i ricoveri – Il Fatto Quotidiano

Hits: 67

Toninelli: “Berlusconi al Quirinale? Nome vomitevole, un oltraggio all’intelligenza dell’Italia. Draghi pensi a fare il presidente del Consiglio” – Il Fatto Quotidiano

“Difficile trovare un nuovo Rodotà per il Quirinale? Non sarà facile trovarne un altro. Noi dobbiamo evitare che escano personaggi come Berlusconi che è un oltraggio al Paese, un nome vomitevole e impresentabile”. Così il senatore del M5s, Danilo Toninelli, fuori Palazzo Madama. “Io non dico di no a Draghi, ma il presidente del Consiglio […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Toninelli: “Berlusconi al Quirinale? Nome vomitevole, un oltraggio all’intelligenza dell’Italia. Draghi pensi a fare il presidente del Consiglio” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 1715

Salario minimo, Conte: “Inaccettabile che ci siano retribuzioni da 3-4 euro all’ora. Cashback? Stiamo combattendo per riattivarlo” – Il Fatto Quotidiano

“Noi siamo quelli del salario minimo, sul quale stiamo lavorando. È inaccettabile che ci siano lavori che vengono retribuiti tre, quattro, cinque euro all’ora”. Sono le parole di Giuseppe Conte, leader del M5s, che è intervenuto nel corso di un comizio a Manfredonia, in provincia di Foggia. “Noi siamo quelli del cashback – ha proseguito […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Salario minimo, Conte: “Inaccettabile che ci siano retribuzioni da 3-4 euro all’ora. Cashback? Stiamo combattendo per riattivarlo” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 523

Marco Travaglio ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Draghi che guida il governo dal Quirinale? Un attentato alla Costituzione” – Il Fatto Quotidiano

“Draghi che guida l’esecutivo da presidente della Repubblica? E’ un colpo di Stato, un attentato alla Costituzione“. Così Marco Travaglio, nell’intervento settimanale durante ‘Accordi&Disaccordi’, il talk politico condotto da Luca Sommi e Andrea Scanzi in onda su Nove tutti i mercoledì alle 21.25, ha commentato l’ipotesi del ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, di portare […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Marco Travaglio ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Draghi che guida il governo dal Quirinale? Un attentato alla Costituzione” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 188