Chiudono StudioAperto e Tg4: svolta storica nell’informazione di Mediaset

 

Ascolti sempre più bassi e l’esigenza di tagliare i costi alla base della decisione. Tutta l’informazione passa a TgCom. Drastico ridimensionamento anche per lo sport.

Leggi tutto ↣ Sorgente: Chiudono StudioAperto e Tg4: svolta storica nell’informazione di Mediaset

Hits: 2635

Alla corte di Bin Rignan – Il Fatto Quotidiano

Riceviamo lezioni di giornalismo da autorevoli docenti, indignatissimi perché diamo notizie vere su Renzi (come su tutti) e perché i pm di Firenze indagano su notizie di reato. David Parenzo, noto per non aver mai dato una notizia in vita sua e sinceramente sgomento dinanzi all’oggetto misterioso, dice che pubblicare i finanziatori di un senatore indagato per finanziamento illecito fa di noi “soltanto dei guardoni”. Lui, intanto, non lo guarda nessuno. Alessandro Sallusti, passato dalla corte di B. a quella di R. come se facesse differenza, spiega che “non c’è da stupirsi” se la Bestiola renziana progettava di “distruggere” e “diffamare” i 5Stelle e due giornalisti, perché lo fanno tutti da sempre tranne lui. E cita “i film di Giovannino Guareschi” (che non ha mai fatto film) e le accuse (ovviamente vere) a vari politici, da Leone a B.. Ergo “Travaglio è il bue che dà del cornuto all’asino”. Quanta modestia. Sallusti è l’artefice della patacca su Dino Boffo, che su Avvenire osò criticare B. per i bunga-bunga e si ritrovò sul Giornale un’“informativa” giudiziaria (ovviamente mai esistita) che lo definiva “noto omosessuale già attenzionato dalla Polizia di Stato per questo genere di frequentazioni”. Ma è anche l’unico direttore finito ai domiciliari per varie diffamazioni e graziato da Napolitano (con gran sollievo della Santanchè che l’aveva in casa come pena accessoria): il tutto perché pubblicò su Libero un pezzo che accusava un giudice di aver costretto una ragazza ad abortire e poi, scoperta la falsità della notizia, anziché rettificarla, la ripubblicò raddoppiando il danno.

Un’altra lezione giunge dall’ex pm Carlo Nordio: sul Messaggero definisce “processo politico”, “porcheria” e “nefandezza” l’inchiesta Open e “compiacenti” i giornali (due o tre) che la raccontano, per avere “vilipeso i più elementari diritti alla riservatezza”. E lui è una nota vestale della privacy: nel 2000 convalidò il sequestro dell’auto di un 25enne sorpreso dai carabinieri con una squillo e accusato inopinatamente di favoreggiamento della prostituzione, dopodiché il giovane, rincasato in taxi, s’impiccò con la cintura; e nel 2004 Bruno Vespa scoprì che dal 1998 Nordio s’era scordato nel cassetto il fascicolo sulle presunte tangenti a D’Alema e Occhetto, anziché trasmetterlo a Roma, dove giunse impolverato e prescritto. Potete ben intuire l’autorevolezza del pulpito.

Ps. In un vertice ad Arcore sulla corsa al Quirinale, “Dell’Utri ha detto che Renzi gli ha fatto sapere che, se la partita di Berlusconi diventa giocabile, lui è pronto a giocarla” (Stampa). Ora, noi non sappiamo se davvero Bin Rignan abbia parlato con Dell’Utri. Ma, se l’ha fatto, è stato solo per dirgli quello che ripete sempre agli amici B. e Verdini: “Pregiudicato!”.

Sorgente: Alla corte di Bin Rignan – Il Fatto Quotidiano

Hits: 909

Da metà novembre al via l’anagrafe online: 14 certificati digitali scaricabili dal web in modo autonomo e gratuito. Ecco come funziona – Il Fatto Quotidiano

Niente più file agli sportelli per avere i certificati anagrafici. A partire dal 15 novembre sarà infatti attivo il nuovo servizio digitale che consentirà agli italiani di ottenere gli stessi documenti direttamente online accedendo alla piattaforma Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (Anpr). Un sistema totalmente autonomo e gratuito che è stato progettato dalla società Sogei […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Da metà novembre al via l’anagrafe online: 14 certificati digitali scaricabili dal web in modo autonomo e gratuito. Ecco come funziona – Il Fatto Quotidiano

Hits: 172

Coronavirus, i dati: 7.569 positivi e 36 vittime in 24 ore. Tasso di positività pari a 1,7% – Il Fatto Quotidiano

Sono 7.569 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, ieri erano stati 8.544. Sono invece 36 le vittime in un giorno. Ieri erano state 53. Il numero dei tamponi molecolari e antigenici è 445.593. Ieri erano stati 540.371. Il tasso di positività è all’1,7% (ieri […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Coronavirus, i dati: 7.569 positivi e 36 vittime in 24 ore. Tasso di positività pari a 1,7% – Il Fatto Quotidiano

Hits: 55