Rapsodie ungheresi – Il Fatto Quotidiano

Per la serie “tutti ladri, nessun ladro”, grandi festeggiamenti a edicole unificate per la richiesta di rinvio a giudizio contro Piercamillo Davigo, accusato a Brescia insieme al pm milanese Paolo Storari di rivelazione di segreto per aver consegnato o comunicato ai vertici del Csm i verbali dell’avvocato Amara sulla presunta loggia Ungheria. Giornale: “Colpo finale ai giustizialisti”. Libero: “Caro Davigo, ora tocca a te. Da inquisitore a inquisito”. Foglio: “Processo alla malagiustizia”. Verità: “Contrappasso: chiesto il processo per Davigo”. Riformista: “Davigo è finito come i pifferi di montagna”, “È uno squarcio su Mani Pulite”. Il sillogismo del partito degli imputati è avvincente: Davigo è uno dei pm che scoperchiarono Tangentopoli; ora è imputato a Brescia (per la 27ª volta); dunque tutti i colpevoli di Tangentopoli erano innocenti. E ricorda quello di Montaigne: il salame fa bere; bere disseta; dunque il salame disseta. Ora, le eventuali colpe di Davigo non cancellerebbero quelle dei tangentari neppure se fosse stato scoperto a prendere tangenti. Ma il reato a lui contestato non c’entra nulla con soldi, interessi personali o altre condotte eticamente infamanti. Attiene a una sua doverosa denuncia in base all’interpretazione letterale di una circolare del Csm: quella per cui ai suoi membri non si può opporre il segreto.

È la primavera 2020: Storari confida Davigo che i vertici della Procura di Milano non indagano i personaggi accusati da Amara. Davigo si fa dare i verbali (a lui non si può opporre il segreto) e ne avvisa alcuni colleghi del Csm. A voce e non tutti, perché due sono accusati da Amara e non devono sapere delle indagini. Sta commettendo un reato? I colleghi del Csm ritengono di no, sennò lo denuncerebbero per non commetterne uno a propria volta (omessa denuncia del pubblico ufficiale). Neppure il vicepresidente Ermini, che corre ad avvertire il presidente Mattarella, senza che questi eccepisca nulla, poi distrugge i verbali avuti da Davigo (cioè la prova del possibile reato che, se fosse tale, lo renderebbe colpevole di favoreggiamento, oltreché di correità nella rivelazione di segreti al capo dello Stato). Anche Salvi, Pg di Cassazione e titolare dell’azione disciplinare, si guarda bene dall’avviarne una contro Davigo. Anzi, usa le sue informazioni per chiamare il procuratore di Milano e sollecitare le iscrizioni di cui Storari lamenta l’assenza. Al processo, quando Davigo chiamerà tutti a testimoniare, ci sarà da divertirsi. Intanto, oltreché del dito (Davigo), magari qualcuno magari si occuperà della luna (la loggia Ungheria). Sempreché i confratelli e le consorelle ungheresi, che nel frattempo continuano a far carriera, non siano arrivati al Quirinale.

Sorgente: Rapsodie ungheresi – Il Fatto Quotidiano

Hits: 751

Stop ai bandi per le spiagge di Roma. I clan di Ostia si fregano le mani

Dopo due anni di commissariamento per infiltrazione mafiosa e il grande lavoro dell’allora giunta M5S, a Ostia è già partita la restaurazione. Questo

Leggi tutto ↣ Sorgente: Stop ai bandi per le spiagge di Roma. I clan di Ostia si fregano le mani

Hits: 2014

Sondaggi, chi deve andare a Palazzo Chigi se Draghi fosse eletto al Colle? Conte stacca tutti. Ma 2 su 3 vogliono che il premier resti – Il Fatto Quotidiano

Giuseppe Conte dovrebbe tornare a Palazzo Chigi se il presidente del Consiglio Mario Draghi dovesse essere eletto presidente della Repubblica. Il leader del M5s è la prima preferenza degli intervistati di un sondaggio di Ipsos per DiMartedì. L’ex premier raccoglie il 15 per cento, staccando con buon margine gli altri leader di partito. A seguire, […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Sondaggi, chi deve andare a Palazzo Chigi se Draghi fosse eletto al Colle? Conte stacca tutti. Ma 2 su 3 vogliono che il premier resti – Il Fatto Quotidiano

Hits: 4345

Coronavirus, 13.764 nuovi casi e 71 morti. In area medica 60 ricoverati con sintomi in più e 57 ingressi in terapia intensiva – Il Fatto Quotidiano

Sono stati individuati 13.764 nuovi casi tra i 649.998 tamponi processati, di cui 473.717 test rapidi, nelle ultime 24 ore. Il tasso di incidenza è quindi del 2,1% e conteggiando solo positivi e molecolari si sale al 7 per cento. I decessi sono 71. Continua la lenta ma progressiva crescita delle ospedalizzazioni, che oggi fa […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Coronavirus, 13.764 nuovi casi e 71 morti. In area medica 60 ricoverati con sintomi in più e 57 ingressi in terapia intensiva – Il Fatto Quotidiano

Hits: 115

Travaglio ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Il Super green pass? Non servirà. E’ una misura che può funzionare solo se mancano i controlli” – Il Fatto Quotidiano

“Il Super green pass? Temo che questa misura non serva, o meglio, che possa funzionare soltanto se non ci sono i controlli, cioè se non viene rispettata”. Così Marco Travaglio, nell’intervento settimanale durante ‘Accordi&Disaccordi’, il talk politico condotto da Luca Sommi e Andrea Scanzi in onda su Nove tutti i mercoledì alle 21.25, ha commentato […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Travaglio ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Il Super green pass? Non servirà. E’ una misura che può funzionare solo se mancano i controlli” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 737