Sondaggi Lab21.01, fiducia per Meloni al 54%. Fratelli d’Italia oltre il 28. Il primo inseguitore è il M5s che stacca il Pd di un punto – Il Fatto Quotidiano

La fiducia nei confronti della presidente del Consiglio Giorgia Meloni in lieve crescita, così come il suo partito. E dall’altra parte il M5s che si identifica come possibile principale avversario della destra. Sono gli elementi principali di un sondaggio Lab21.01 pubblicato da AffarItaliani.it. La fiducia per Meloni è stimata al 54%, in salita progressiva dal […]

Leggi tutto ↣  : Sondaggi Lab21.01, fiducia per Meloni al 54%. Fratelli d’Italia oltre il 28. Il primo inseguitore è il M5s che stacca il Pd di un punto – Il Fatto Quotidiano

Hits: 89

Rave party, il decreto dimostra un’incapacità legislativa cosmica. O forse nasconde ben altro – Il Fatto Quotidiano

di Margherita Cavallaro La vita di chi ha quasi sempre ragione è solitaria e costellata di “ve l’avevo detto”. La frutta fuori stagione è al governo da poco più di un mese (meno se togliamo il tempo impiegato alla formazione del governo stesso) e già è stata fatta la prima proposta raccapricciante. Ma Margherita – […]

Leggi tutto ↣ : Rave party, il decreto dimostra un’incapacità legislativa cosmica. O forse nasconde ben altro – Il Fatto Quotidiano

Hits: 80

La Juve è tornata, vittoria roboante su una pallida Inter: notte fonda per Inzaghi

La Juventus si aggiudica il derby d’Italia battendo per 2-0 l’Inter grazie alle reti di Rabiot e Fagioli. Kostic MVP nella notte dell’Allianz.

Sorgente: La Juve è tornata, vittoria roboante su una pallida Inter: notte fonda per Inzaghi

Hits: 26

Una follia di Ibanez regala il derby di Roma alla Lazio: decide Felipe Anderson

Una rete di Felipe Anderson ha deciso il derby della Capitale numero 181: la Lazio batte la Roma 1-0 e scavalca i giallorossi in classifica, agganciando il terzo posto.

Leggi tutto ↣  : Una follia di Ibanez regala il derby di Roma alla Lazio: decide Felipe Anderson

Hits: 17

Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Il giureconsulto. “Il nome del reato ‘invasione’ è piuttosto surreale, ma per il resto è un’iniziativa condivisibile. Lo Stato non può rimanere spettatore di eventi illegali e pericolosi” (Carlo Calenda, leader Azione, sul decreto anti-rave, Twitter, 31.10). Tanto lui più di 50 persone tutte insieme non le ha mai viste.

La giureconsulta. “Se la destra riesuma l’adunata sediziosa” (Concita De Gregorio, Stampa, 3.11). Qualcuno la informi che non c’è bisogno di riesumarla, perchè è nell’articolo 655 del Codice penale. Se non la trova, è perchè non si chiama adunata, ma radunata sediziosa.

Premio Stakanov. “Io oggi pomeriggio potevo essere altrove, ma ero al ministero, è mio dovere… Potrei guardarmi un po’ di Champions alla televisione e invece faccio la diretta TikTok con voi” (Matteo Salvini, Lega, ministro delle Infrastrutture, diretta social, 1.11). Un raro caso di politico che pagheremmo il doppio, a patto non lavori mai.

Il ministro della Guerra. “I coglioni, non vanno divisi per colore politico per non perdere tempo: sono coglioni e basta” (Guido Crosetto, FdI, Twitter, 12.7.2017). “Travaglio, raffinato umorista, mi chiama Cicciobomba Cannoniere, stile bullo delle elementari e parla di mie ‘strategie’. Sto portando avanti risoluzioni e decreti, sull’invio di armi, che i SUOI amici, Conte&C, hanno votato. Io sono 1 Ministro Difesa, che lavora x dialogo e pace” (Guido Crosetto, ministro FdI della Difesa, Twitter, 6.11.2022). A parte l’uso ‘ndo cojo cojo delle virgole, era meglio il Crosetto autobiografico di cinque anni fa.

Foreign fighter da divano. “Anziché manifestazioni di infame pacifismo, organizzate un rave party all’ambasciata iraniana” (Giuliano Ferrara, Foglio, 2.11). “A Roma sfileranno gli aspiranti becchini degli ucraini che si battono contro l’invasore” (Ferrara, Foglio, 4.11). Dal principe dei baci della morte, è tutta invidia.

Benvenuti fra noi. “È l’ora di trattare. L’Ucraina lotta per la sovranità, ma i suoi obiettivi non possono scatenare la guerra mondiale. Gli Stati Uniti guidino la strategia. Kiev valuti compromessi su Crimea e regioni del Donbass” (Charles A. Kupchan, Stampa, 4.11). Professor Orsini, è lei?

I boccaloni/1. “Noi tutti, trepidi garantisti, abbiamo creduto a Nordio” (Luigi Manconi, Riformista, 3.11). Bravi merli.

I boccaloni/2. “Spero ancora nel garantismo di Nordio!” (Roberto Saviano, Dubbio, 5.11). Uahahahahahah.

Il vice-Papa. “Negli ultimi 49 giorni, il papa ha parlato dell’invasione dell’Ucraina… Ma sull’Iran non ha detto una parola” (Mattia Feltri, Stampa, 5.11). Dev’essere musulmano e pure sciita.

Roma come Kiev. “Tangenziale in tilt, Van Gogh imbrattato. Gli ambientalisti attaccano la Capitale” (Repubblica, 5.11). Subito un decreto per inviare armi.

Ballusti. “La piaga dei medici No Vax”, “Criminali No Vax”, “I cattivi maestri dietro i No Vax”, “La fabbrica delle balle che alimenta i No Vax”, “Follia No Vax, è caccia all’uomo” (Libero, 31.8, 1.9, 17.10, 20 e 21.11.2021). “Il governo sistema i gufi del Covid. Tornano i medici sospesi” (Libero, 1.11. 2022). Ma va’ a ciapà i ratt.

Oste, com’è il vino? “Romeo condannato per totale assenza di prove” (Piero Sansonetti, Riformista, 5.11). Indovinate: di chi è il Riformista?

Ha stato Putin. “La norma sui rave è un copia-incolla delle leggi di Putin contro il dissenso” (Domani, 5.11). E te pareva che non c’entrava lui.

Vedove inconsolabili. “Draghi, gentiluomo sapiente che ben pochi se ne vedono da noi, e per questo cacciato dai nostri meschinelli” (Natalia Aspesi, Venerdì di Repubblica, 4.11). “Lo confesso. Guardando la conferenza stampa di Giorgia Meloni ho pensato per un attimo a Draghi” (Massimo Giannini, Stampa, 6.11). Coraggio, ragazzi, il lutto è una brutta bestia. Ma poi passa.

Pene alternative. “Ora Putin arruola i carcerati: ‘Andranno in prima linea’” (Repubblica, 5.1). Noi invece li mandiamo in Parlamento.

Il titolo della settimana/1. “No al populismo ostativo” (rag. Claudio Cerasa, sulla conferma dell’ergastolo senza sconti per i boss mafiosi stragisti e irriducibili, introdotto dal decreto Scotti-Martelli dell’8 giugno 1992 e ispirato da Giovanni Falcone, Foglio1.11). In effetti, quel Falcone era un po’ populista.

Il titolo della settimana/2. “Giustizia, l’asse Meloni-Travaglio: passa la linea fasciogrillina” (Sansonetti, Riformista, 1.11). E pure fasciogrillino.

Il titolo della settimana/3. “Turarsi il naso in Lombardia. Il Pd può usare Letizia Moratti per spaccare il centrodestra” (Domani, 3.11). Ma può fare di più e vincere pure le elezioni politiche: per spaccare il centrodestra basta candidare Meloni, o Salvini o B.. A piacere.

Il titolo della settimana/4. “La norma liberticida sui rave party ridà al Ps la guida dell’opposizione” (Daniela Preziosi, Domani, 2.11). Ora resta soltanto da avvertire il Pd.

Il titolo della settimana/5. “Umberto Galimberti: ‘La tolleranza zero fa male al Paese. Così la destra svela la sua vera natura” (Stampa, 2.11). Ormai è ufficiale: la destra è di destra.

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Hits: 292