Ma quale scudo – Il Fatto Quotidiano

Sullo “scudo penale” per chi gestisce l’Ilva, introdotto da Renzi nel 2015, bocciato in parte dalla Consulta nel 2018 e, dopo varie giravolte, cancellato un mese fa, mentono tutti. Mentono i due Matteo e il Pd, che lo rivogliono dopo averlo abolito. Mentono politici, sindacalisti e opinionisti che, per malafede o ignoranza, ripetono che, senza scudo, i commissari e Mittal rischiano di pagare per i reati dei predecessori: la responsabilità penale è personale e ciascuno risponde di quel che fa lui, non altri. Mente, o non sa quel che dice, chi chiede una norma per interpretare l’art.51 del Codice penale: “L’esercizio di un diritto o l’adempimento di un dovere imposto da una norma giuridica o da un ordine legittimo della pubblica Autorità, esclude la punibilità”. Questa “scriminante”, che nei processi comporta la non punibilità di chi ha violato una norma (di solito per omissione), già si applica al manager che deve attuare il piano di risanamento imposto dalla legge o dal giudice in una fabbrica vetusta e insicura: se la messa in sicurezza richiede tempo, chi deve gestirla può violare provvisoriamente la 231 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e le norme a tutela dell’ambiente e della salute.

Ora si chiede una nuova norma per richiamare l’articolo 51. Ma, semprechè le bonifiche siano in corso (e finora nessuna gestione dell’Ilva ha rispettato i tempi e i modi imposti dai giudici), l’art. 51 già esime chi le fa da condanne penali. Senza bisogno di scudi: che senso avrebbe una nuova legge sull’art. 51 se questo è già in vigore? Qui, trattandosi di reati colposi, non c’è neppure il rischio di rispondere “in continuazione” dei reati dei predecessori: per essere “continuati”, i reati in serie devono essere commessi nel “medesimo disegno criminoso”, cioè dolosi. Ma, si obietta, l’esimente dell’art. 51 scatta durante le indagini o addirittura il processo: intanto finisci indagato, forse imputato e le spese legali te le paghi tu. Vero, ma siccome l’applicabilità dell’esimente al caso concreto deve stabilirla il giudice, un’indagine e a volte un processo sono inevitabili. E non c’è legge che possa impedirli (salvo che sia incostituzionale, ma allora verrebbe bocciata dalla Consulta). Invece si può pensare a uno “scudino” non penale, che copra le spese legali di chi viene indagato o imputato adempiendo il dovere di realizzare gradualmente il piano ambientale; e magari gli dia più tempo, fissando però non solo il termine finale, ma anche un cronoprogramma a tappe intermedie. Così governo e magistratura potranno verificare day by day il rispetto degli obblighi di bonifica. Cosa che, nella vergognosa storia dell’Ilva, non è mai avvenuta.

Sorgente: Ma quale scudo – Il Fatto Quotidiano

Hits: 15

Travaglio: “Grillo ha invitato il M5s a cambiare perché sta cambiando tutto. Il Pd di Zingaretti non è quello di Renzi” – Il Fatto Quotidiano

“Italia 5 Stelle? Grillo ha fatto un discorso in cui spiega che sta cambiando tutto. Quindi, invita il movimento a cambiare, riconoscendo chiaramente che con la Lega non si riusciva a cambiare. Quando mai la Lega è stata ambientalista? Ieri Berlusconi, alleato della Lega, a una domanda su Greta Thunberg ha risposto con una barzelletta […]

Sorgente: Travaglio: “Grillo ha invitato il M5s a cambiare perché sta cambiando tutto. Il Pd di Zingaretti non è quello di Renzi” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 17

Fondi Lega, Travaglio: “Salvini ci dica a che titolo Savoini era in un hotel russo a contrattare fornitura di petrolio e cresta per il partito” – Il Fatto Quotidiano

“Russiagate? Salvini ci dovrebbe dire a che titolo Savoini, che lo accompagnava dappertutto e anche negli incontri bilaterali coi ministri russi, trattava fornitura di carburante coi russi. Se non era lì in veste di leghista, perché i russi avrebbero dovuto prendere sul serio Savoini e parlare con lui di una partita di quel genere?”. Sono […]

Sorgente: Fondi Lega, Travaglio: “Salvini ci dica a che titolo Savoini era in un hotel russo a contrattare fornitura di petrolio e cresta per il partito” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 44

Governo, Travaglio: “Di Maio? Con Salvini si buttò nelle gare di rutti ma perdeva sempre. Col Pd ora ha cambiato comunicazione” – Il Fatto Quotidiano

“Di Maio? Col nuovo alleato, cioè il Pd, non ha più paura di essere cannibalizzato e ha cambiato completamente la sua comunicazione. Lo scorso anno, invece, era prigioniero di Salvini, tanto che, a un certo punto, cominciò a inseguirlo nelle gare di rutti che naturalmente perdeva, perché il più bravo di tutti in quelle era […]

Sorgente: Governo, Travaglio: “Di Maio? Con Salvini si buttò nelle gare di rutti ma perdeva sempre. Col Pd ora ha cambiato comunicazione” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 11

Governo, Travaglio: “Di Maio? Lo vedo più convinto dell’accordo col Pd, anche se è dura riaversi dalla fregatura di Renzi e di Salvini” – Il Fatto Quotidiano

“Di Maio diffidente col Pd? Riaversi dalla fregatura che rifilò Renzi lo scorso anno e da quella che ha dato Salvini alla vigilia di ferragosto è dura. E’ comprensibile che sia guardingo un politico di 32 anni che in un anno è stato fregato così brutalmente da tutti quelli che con cui si era messo […]

Sorgente: Governo, Travaglio: “Di Maio? Lo vedo più convinto dell’accordo col Pd, anche se è dura riaversi dalla fregatura di Renzi e di Salvini” – Il Fatto Quotidiano

Hits: 15