Roma, Diaco (M5S): ‘Invasione di cinghiali mai verificata prima ma nessuno dice nulla. Ai tempi di Raggi avrebbe creato un putiferio mediatico’ – Silenzi e Falsità

“Un’invasione di cinghiali così importante non si era mai verificata su Roma. Eppure tutti zitti, nessuna lamentela, nessuno dice nulla”. Lo ha scritto Daniele Diaco in un post pubblicato sul proprio profilo Facebook. “Giornalisti in silenzio, vip del Pd muti. Zingaretti, vero responsabile di tutto questo, continua a fregarsene. Gualtieri idem” ha aggiunto il Portavoce […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Roma, Diaco (M5S): ‘Invasione di cinghiali mai verificata prima ma nessuno dice nulla. Ai tempi di Raggi avrebbe creato un putiferio mediatico’ – Silenzi e Falsità

Hits: 35

Sondaggi, il Pd oltre il 21% ed è sempre primo partito. In calo Fratelli d’Italia, stabile il M5s – Il Fatto Quotidiano

Il Partito Democratico si conferma il primo partito nelle intenzioni di voto espresse dagli italiani e allarga il divario da Fratelli d’Italia. È questa la fotografia scattata dall’ultimo sondaggio di Swg per La7. I dem hanno guadagnato lo 0,3 dei consensi in una settimana salendo al 21,1%, mentre il partito guidato da Giorgia Meloni perde […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Sondaggi, il Pd oltre il 21% ed è sempre primo partito. In calo Fratelli d’Italia, stabile il M5s – Il Fatto Quotidiano

Hits: 47

Manovra, l’M5s vede Draghi. Le proposte: Superbonus senza limiti Isee, cashback fiscale e incentivi per auto a zero emissioni – Il Fatto Quotidiano

Sono iniziati lunedì sera gli incontri del premier Mario Draghi con i gruppi di maggioranza sulla legge di bilancio. La prima delegazione ricevuta è stata quella del Movimento 5 stelle composta dal capo delegazione al governo Stefano Patuanelli e dai capigruppo alla Camera e al Senato, Davide Crippa e Mariolina Castellone. Martedì sarà la volta […]

Leggi tutto ↣ Sorgente: Manovra, l’M5s vede Draghi. Le proposte: Superbonus senza limiti Isee, cashback fiscale e incentivi per auto a zero emissioni – Il Fatto Quotidiano

Hits: 235

Il M5s non sarà un partito. Conte: Conte: “Ci ricompatteremo”

“Il M5s non sarà un partito in senso tradizionale, resterà un movimento. Ma avremo una maggiore articolazione interna, una struttura leggera ma

Leggi tutto ↣ Sorgente: Il M5s non sarà un partito. Conte: Conte: “Ci ricompatteremo”

Hits: 266

Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Sinceri democratici/1. “Bisogna trovare modalità meno democratiche nella somministrazione dell’informazione… Bisognerà trovare un sistema che dosi dall’alto l’informazione. Deciderà il governo, ispirato e istruito dalle autorità sanitarie” (Mario Monti, senatore a vita, In onda, La7, 27.11). Dal Minculpop al Minculmonti.

Sinceri democratici/2. “Ormai la questione è se le piazze No-vax sono una espressione di un libero dissenso, da tollerare anche e soprattutto perché prive di basi scientifiche e razionali, oppure un pericolo… da arginare e reprimere” (Domani, 23.11). Ma soprattutto: ‘sta Costituzione ce serve o nun ce serve? Perchè, se nun ce serve, e io dico che nun ce serve, levamola, sotterràmola, prosciugamola, asfaltamola!

Sinceri democratici/3. “Sarei ridicolo a discutere con Crisanti su chi ha ragione sul vaccino ai bambini, mi improvviserei scienziato e non lo sono. Alcuni di voi si improvvisano comunicatori, su questi discorsi sul vaccino ai bambini si finisce che la gente vada ancora più in paranoia. Ci sono i convegni e i congressi per dire certe cose, se voi le ripetete in prima serata, la gente si spaventa e non capisce più niente” (Beppe Severgnini, Otto e mezzo, La7, 25.11). Quindi gli scienziati possono ancora parlare in tv, ma solo se Severgnini è d’accordo. Sennò solo convegni e congressi, dove non li sente nessuno.

Fluid gender. “Draghi e Macron, oltre un minuto di stretta di mano: amicizia fraterna” (Corriere della sera, 27.11). E sono solo i preliminari.

Pestaggi misti. “Brigate miste alle frontiere: gestiremo insieme i migranti” (Clément Beaune, segretario di Stato francese agli Affari Ue, Messaggero, 27.11). “E se eravamo in tre, te menavamo in tre” (Alberto Sordi, Riusciranno i nostri eroi… di Ettore Scola, 1968).

Facci ridere. “Selvaggia Lucarelli ha preso una testata da un No vax… Non credo all’alibi che fosse irriconoscibile, dubito che non l’avessero notata… Forse non hanno riconosciuto tanto la sua faccia mascherata, ma le sue note (e percepibili) ansie di passare inosservata” (F.F., Libero, 23.11). Tutta ‘sta pippa per farci sapere che lui rosica perché non lo riconoscono neppure senza la mascherina.

Il principe dei fori. “È con Davigo che salta la separazione imputato-indagato” (avv. Giuliano Pisapia, eurodeputato Pd, Foglio, 26.11). Con Pisapia per avvocato, invece, salta la separazione imputato-condannato al massimo della pena.

La svolta. “Dopo 23 anni di politica, per la prima volta sono stato ammesso a presentare il mitico libro di Vespa, il che vuol dire che sono finalmente qualcuno nella politica. Prima ero probabilmente un peone, un paria, una seconda fila, non avendo questo onore. Oggi è la vera svolta, entro nella Serie A della politica, sono molto grato di questa occasione che mi viene data” (Enrico Letta, segretario Pd, alla presentazione del libro di Vespa con Giorgia Meloni, 17.11). In effetti, sono soddisfazioni.

Quelli che le fake news/1. “Il governo Draghi è riuscito a ottenere la maggioranza dei fondi – aiuti e prestiti – del Next Generation Eu” (Maurizio Molinari, Repubblica, 28.11). Per la cronaca, la maggioranza dei fondi del Next Generation Eu l’ha ottenuta Conte.

Quelli che le fake news/2. “Retromarcia Rai. Conte annuncia il ritorno in tv e Grillo lo punge” (Foglio, 24.11). “Stop alla Rai, la frenata di Conte. E Grillo: specialista in penultimatum” (Corriere della sera, 24.11). “Grillo irride il dietrofront sulla Rai di Conte” (Stampa, 24.11). “Rai, Conte cala le braghe” (Verità, 24.11). “Conte si rimangia l’Aventino sulla Rai e Grillo lo sfotte” (Giornale, 24.11). Per la cronaca, Conte non si è mai rimangiato la decisione di non mandare nessun 5S nei programmi della Rai.

Quelli che le fake news/3. “Se non avesse truccato il curriculum con i suoi studi all’estero (New York University), “Conte non sarebbe poi così male” (Francesco Merlo, Repubblica, 24.11). Per la cronaca Conte non ha mai scritto nel curriculum di avere studiato alla New York University, ma di avere “perfezionato e aggiornato gli studi” in quello e in altri atenei esteri, come hanno confermato diversi suoi colleghi.

Lezioni di satira. “C’è veramente qualcuno che pensa che questa “roba” sia satira? È solo una vergogna #basta (Alessia Morani, deputata Pd, contro una vignetta di Mannelli sul Fatto, Twitter, 24.11). Se no?

Il Migliore. “Serve cultura tecnica per le professioni del futuro come il digital manager, non serve studiare le guerre puniche quattro volte” (Roberto Cingolani, ministro della Transizione ecologica, 24.11). E così ora sappiamo che lui non le ha studiate nemmeno una volta.

Hammamet sull’Arno. “Renzi novello Craxi” (Dubbio, 23.11). Magari.

Il titolo della settimana/1. “Confindustria critica la manovra” (Libero, 23.11). Quindi pure ‘sta manovra non è poi così male.

Il titolo della settimana/2. “I riformisti hanno un leader naturale: Maria Elena Boschi” (Piero Sansonetti, Riformista, 25.11). Per dire come sono messi.

Sorgente: Ma mi faccia il piacere – Il Fatto Quotidiano

Hits: 148